• 040365343
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Venerdì 20 dicembre 2013 alle ore 12.00, la Lega Nazionale ricorderà Guglielmo Oberdan, nell’anniversario del suo sacrificio, con una cerimonia che si terrà al Sacello in Piazza Oberdan e la deposizione di corone d’alloro.

La cerimonia è organizzata in collaborazione con il Comune di Trieste e la Federazione Grigioverde.

 

ober 04

Riportiamo di seguito l'Intervento del dott. Lorenzo Salimbeni (Lega Nazionale Trieste) al convegno internazionale di studi, organizzato dalla Società di Studi storici e geografici di Pirano, sul tema : “8 settembre 1943. I giorni che cambiarono la Venezia Giulia”, tenutosi a Isola d’Istria il 28 e 29 novembre 2013.

 

In seguito allo smembramento del Regno dei Karadordevic consumatosi nell’aprile 1941, la Dalmazia era già stata per un biennio un chiaro esempio della maldestra politica di occupazione portata avanti nella ex Jugoslavia dall’Italia fascista nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Sovrapposizioni  di competenze e progettualità contrastanti tra militari, gerarchi e civili avevano gettato nel disordine il Governatorato di Dalmazia, il quale formalmente faceva parte del Regno d’Italia e di fatto era già terreno di guerriglia partigiana ben prima dell’8 settembre. Pur appartenendo formalmente al territorio metropolitano, infatti, in Dalmazia operavano sempre più agguerrite formazioni partigiane facenti capo a Tito e d’altro canto lo Stato Indipendente Croato fin dalla sua nascita aveva tenuto attivi focolai irredentisti che minavano la stabilità dell’alleanza fra Roma e Zagabria.

Nel momento in cui si diffuse la notizia dell’armistizio, la situazione implose e le truppe italiane, come in altri scenari balcanici, si trovarono allo sbando fra reparti tedeschi e partigiani comunisti, ma in questo scenario si inserirono anche il dramma della popolazione civile (coinvolta nella prima ondata di infoiba menti) e le rivendicazioni annessioniste della Croazia.

L’esigua comunità italiana, che si era cercato d’irrobustire pure ad italianizzazioni forzate, ricevette il colpo finale per la sua sopravvivenza; la politica nazionalsocialista di mantenere legati a sé i propri alleati minori ricorrendo ad annessioni territoriali, riguardò stavolta la costa dell’Adriatico orientale a beneficio del regime di Ante Pavelic.

La Presidenza della Lega Nazionale, scaduto il triennio di attività dell’Assemblea dei Delegati, eletti nel 2010, a termini di Statuto e Regolamento, ha indetto nuove elezioni per il rinnovo delle cariche sociali.

Le elezioni si svolgeranno, nella sede sociale di via Donota 2/III piano, nelle giornate di giovedì 12 e venerdì 13 dicembre 2013, dalle ore 10 alle ore 19.

La presentazione di liste di candidati dovrà avvenire entro e non oltre il 15 novembre alla Presidenza del Sodalizio.

Sono a disposizione dei soci lo Statuto sociale ed il Regolamento Elettorale.

E’ un NUMERO SPECIALE della rivista La Voce di Fiume – La Tore, quello nato a conclusione del primo incontro SEMPRE FIUMANI, svoltosi nel giugno scorso nella città del Quarnero con la partecipazione di alcune centinaia di esuli da tutto il mondo, accolti dai soci della Comunità degli Italiani all’interno di palazzo Modello. Una festa, un’occasione importante, un modo per ritrovare le radici o comunque capirne la provenienza. Alla conclusione di tre giornate davvero importanti con messe, convegni, spettacoli, incontri ufficiale, concerti, mostra, dibattito e tant’altro, si è deciso di lanciare una sfida: realizzare un giornale doppio con tutte e due le testate, di esuli e rimasti. Ambedue con una lunga tradizione alle spalle, con tirature importanti che le vedono protagoniste in tutto il mondo laddove vive ed opera una comunità fiumana, dall’Australia, all’Argentina, dal Canada e gli USA al Sudafrica. Per non parlare dell’Europa, e poi di quasi tutte le regioni italiane, la Slovenia e la Croazia. La rivista doppia, presentata qualche settimana fa a Fiume, ora viene illustrata alla realtà triestina nel corso di un incontro che si svolgerà giovedì 21 novembre con inizio alle ore 18, in via Donota 2 (terzo piano), grazie alla collaborazione tra la Lega Nazionale con la sua Sezione di Fiume, l’Associazione Libero Comune di Fiume in Esilio – Redazione La Voce di Fiume, la Comunità degli Italiani di Fiume – Redazione La Tore. Alla serata saranno presenti i massimi esponenti dei soggetti coinvolti: Guido Brazzoduro, Rosa Gasparini, Rosanna Turcinovich Giuricin, Roberto Palisca, Paolo Sardos Albertini. Ai presenti sarà consegnata una copia omaggio del giornale.

Il dott. Fulvio Varljen e il sig. Alessio Benvegnù, della Delegazione di Adria della Lega Nazionale, hanno consegnato al Presidente della Lega Nazionale Avv. Paolo Sardos Albertini l’omaggio del Sindaco di Adria, dott. Massimo Barbujani e della Direttrice del Coro Edelweiss.

Questo il messaggio del Sindaco della città di Adria alla Lega Nazionale:

“in occasione delle cerimonie del 59° anniversario del ritorno dell’Italia a Trieste, promosse dalla Lega Nazionale e della commemorazione degli Ultimi Martiri del Risorgimento, mi pregio farLe pervenire, tramite il mio concittadino Sig. Benvegnù, un piccolo pensiero della Città di Adria in segno di sentita partecipazione.

Augurando la migliore riuscita della manifestazione, saluto con viva cordialità.

Massimo Barbujani

Sindaco di Adria

19 ottobre 2013 “


Libri, DVD e gadget

Se volete avere libri, DVD e gadget della Lega Nazionale

cliccate QUI 

Ultima novità:

Per un grande amore 

I Giovani della Lega nazionale

 

 

Vuoi partecipare alle nostre attività? Vuoi collaborare con la Lega nazionale? Ha i voglia di portarci le tue idee, di mettere a frutto le tue capacità?

 

carto3pic

 

Il gruppo Giovani (18 ai 35 anni) si incontra

presso la sede di Via Donota 2

scrivici o chiamaci!