• 040365343
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sabato 3 novembre avrà luogo, presso la Sala della Lega Nazionale (Via Donota 2, Trieste – III piano), il IV Convegno "Essere Italofoni, con il patrocinio e l’organizzazione di:

  • Lega Nazionale
  • Trieste Pro Patria
  • Essere Italofoni
  • Famia Ruvignisa

 

Programma:

 

Parte I – Saluti introduttivi

Ore 9,00-9,30

Paolo Sardos Albertini, Presidente della Lega Nazionale

Antonino Martelli, Presidente di Trieste Pro Patria

Massimiliano Fabbri, Responsabile “Essere Italofoni”

Gabriele Bosazzi, Vicepresidente della Famia Ruvignisa

Ignazio Vania, Comitato Tricolore Italiani nel Mondo

 

Parte II – Voci dalle regioni storiche italofone non appartenenti alla Repubblica Italiana

Ore 9,30 –Luciano Milan Danti (Canton Ticino)

Ore 9,50 – Valentina Petaros (Istria)

Ore 10,10– Luana Poleis (Istria)

 

Parte III – Italofonia e identità nazionale

Ore 10,30 – Maurizio Puglisi Ghizzi (consigliere comunale di Bolzano): “Italofonia in Alto Adige”

Ore 10,50 – Valentino Quintana (scrittore): “Confine orientale e letteratura”

Ore 11,10 – Augusto Rippa-Christi Malincovich (medico, esule da Fiume): “Fiume città europea della cultura?”

Ore 11,30 – Pamela Tedesco (ricercatrice): “Un anno di insegnamento nella scuola italiana di Capodistria”

Ore 11,50 – Luigi Mamilli (Trieste Pro Patria): “Globalizzazione e depauperamento della lingua italiana”

 

Parte IV – Interventi del pubblico e degli ospiti. Chiusura dei lavori

Ore 12,10-12,30

 

Diffusione dell'Italiano nell'Unione Europea e negli stati candidati

 

 

 

Le piume, la corsa, il tricolore.

Lo sbarco a Trieste della II Brigata Bersaglieri (Reggimenti 7°-11°) il 3 novembre 1918

 

23 maggio 1915: il Regno d'Italia dichiara guerra all'Austria-Ungheria. A Trieste prendono il via ritorsioni nei confronti degli italiani sotto forma di saccheggi ed incendi di edifici. Inizia un clima di tensione e di attesa da parte della popolazione che si protrarrà per tutta la durata del conflitto. Sul Carso la 3^ Armata è rimasta difatti bloccata davanti ad un'ultima serie di alture, fortemente munite a difesa, che diverranno un incubo per coloro che tenteranno di superarle. Anche i bersaglieri ci provano, ma la tattica di Cadorna dell'attacco frontale serve solo a decimarli. Vengono i giorni di Caporetto e poi quelli del Piave. I figli di La Marmora si sacrificano fino all'ultimo prima a coprire la ritirata, poi a fermare il nemico. E quando gli ultimi giorni dell'ottobre 1918 la II Brigata Bersaglieri riceve l'ordine di raggiungere Treviso e poi Venezia, i bersaglieri si apprestano a divenire gli attori della grande geopolitica per un appuntamento con la storia. Il loro entusiasmo sarà secondo solo a quello dei triestini quando il 3 novembre sbarcheranno nella città redenta. Ma il peggio non è ancora passato e la guerra appena conclusa non sarà l'ultima.

Libri, DVD e gadget

Se volete avere libri, DVD e gadget della Lega Nazionale

cliccate QUI 

Ultima novità:

Per un grande amore 

I Giovani della Lega nazionale

 

 

Vuoi partecipare alle nostre attività? Vuoi collaborare con la Lega nazionale? Ha i voglia di portarci le tue idee, di mettere a frutto le tue capacità?

 

carto3pic

 

Il gruppo Giovani (18 ai 35 anni) si incontra

presso la sede di Via Donota 2

scrivici o chiamaci!