• 040365343
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nell'ambito delle celebrazioni per il 120° anniversario di attività della Lega Nazionale, si è svolta oggi, 26 ottobre, una commemorazione presso la Sala del Consiglio Comunale di Trieste. Sono intervenuti il Presidente avv. Paolo Sardos Albertini, il socio onorario Gianfranco Gambassini ed il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini. Non sono mancati i momenti di commozione al ricordo degli avvenimenti salienti della storia della nostra Associazione, in una sala gremita da soci e simpatizzanti.

La cerimonia è stata preceduta dall'alzabandiera, in Piazza Unità, presenziata dai dirigenti della Lega Nazionale, in una giornata in cui si è ricordato il 26 ottobre 1954, il ritorno dell'Italia a Trieste. 

Tuttle le immagini della giornata le potete trovare a questo indirizzo 

https://picasaweb.google.com/106555125929865869647/26Ottobre2012120AnniversarioLegaNazionale?authuser=0&feat=directlink


dsc_6741 


Sono trascorsi cento e venti anni da quel dicembre 1891 quando, superati gli ostacoli giuridico polizieschi dell’Impero d’Austria, la Lega Nazionale iniziò a vivere e ad operare.

Era stato nell’ottobre dell’anno precedente che il Tribunale dell’Impero di Vienna aveva autorizzato lo Statuto della Lega (e bocciato quello della Pro Patria).

“Il Piccolo” del 29 ottobre 1890 era uscito dando la notizia in prima pagina. Aggiungeva : “Fino a ieri, un’ora dopo arrivateci il telegramma (da Vienna), abbiamo ricevuto una offerta per la futura Lega Nazionale da parte di alcuni bravi operai e nel pomeriggio ci sono pervenute altre offerte”.

Seguiva un elenco che iniziava con il personale della tipografia e proseguiva con una serie di nominativi tra cui il Podestà di Trieste avv. Felice Venezian ed il proprietario e direttore de “Il Piccolo” stesso, Teodoro Mayer.

Cento e venti anni di storia, per una Associazione, sono un bel traguardo. Una storia che ha coinvolto tre secoli: l’ottocento, il novecento, il duemila.

Il Comitato per il 120° anniversario, presieduto dal dott. Guido Sonzio, ha messo in cantiere numerose iniziative che sono state avviate nel 2011 e che si concludono nel 2012.


L’Associazione Nazionale Artiglieri d’Italia Sez. Trieste Istria Fiume Dalmazia organizza presso la Casa del Combattente
(Trieste, Via XXIV maggio, 4) una mostra del pittore Maurizio Gardel sul tema del Risorgimento Italiano.Dal 4 al 16 novembre con orario 09.00 – 12.00 e 16.00 – 18.00.      

Giovedì 25 ottobre 2012 alle ore 20, presso la Parrocchia dei Santi Nicolò e Paolo, in via I Maggio 84 a Monfalcone, presentazione del libro "L'alba dell'infinito", di Marco Martinolli. Verrà proiettato il film "Gola Nord Est Jof Fuart", realizzato da Marco. L'incontro verrà introdotto da Don Gilberto Dudine; seguiranno la lettura di alcune poesie del libro da parte della sorella di Marco ed un dibattito dal tema "L'alba dell'Infinito, la figura di Marco nell'anno della Fede", dibattito curato da Don Lorenzo Maria Vatti.

Nel Sacrario della Madonna dell’Isola, la più antica chiesa di Dalmazia e Croazia, è stata eseguita in concerto la “Missa dalmatica” di Francesco de’Suppè Demelli, che ha firmato anche numerose operette viennesi con il nome di Franz von Suppè.

La splendida esecuzione ha avuto luogo con l’apporto del Concentus Choir di Brunico diretto dal maestro di origine lussignana Adriano Martinolli d’Arcy e con la partecipazione di noti solisti che hanno portato la musica del grande compositore spalatino in varie parti d’Europa.

In apertura, il Presidente del Comitato organizzatore Renzo de’Vidovich ha ricordato che si è voluto tenere questo concerto a Salona, ultima capitale dell’Impero romano d’Occidente, per sottolineare che proprio per merito della Chiesa salonitana ha avuto luogo l’irradiazione del Cristianesimo in tutta la Dalmazia e nei banati di Croazia, Slavonia, Bosnia ed Erzegovina, come è dimostrato dal fatto che l’Arcivescovo di Salona fu il Primate di tutta questa zona fino a tempi recenti.

Il Presidente ha sottolineato l’impegno di ricercatori e storici della Fondazione Rustia Traine per recuperare, diffondere ed attualizzare la storia dell’antica Salona e della Chiesa apostolica di Dalmazia. Ha ricordato inoltre che l’assassinio di Giulio Nepote nel 480 d.C., Re di Dalmazia ed ultimo Imperatore romano d’Occidente, segna una svolta importante non solo per la storia della Dalmazia, della Croazia e dell’Italia, ma anche della Chiesa universale di Roma e dell’intera Europa occidentale.

missa_dalmatica

Libri, DVD e gadget

Se volete avere libri, DVD e gadget della Lega Nazionale

cliccate QUI 

Ultima novità:

Per un grande amore 

I Giovani della Lega nazionale

 

 

Vuoi partecipare alle nostre attività? Vuoi collaborare con la Lega nazionale? Ha i voglia di portarci le tue idee, di mettere a frutto le tue capacità?

 

carto3pic

 

Il gruppo Giovani (18 ai 35 anni) si incontra

presso la sede di Via Donota 2

scrivici o chiamaci!