PROGRAMMA DELLA CERIMONIA DI DOMENICA 4 NOVEMBRE (REDIPUGLIA E TRIESTE)

Stampa

GIORNO DELL'UNITÀ NAZIONALE, DELLE FORZE ARMATE E DEL CENTENARIO DELLA FINE DELLA GRANDE GUERRA ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SERGIO MATTARELLA

 

E' stato ufficializzato il programma della visita del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che il 4 novembre sarà al Sacrario di Redipuglia a rendere omaggio ai caduti della Grande Guerra per poi recarsi alle celebrazioni per il Giorno dell'Unità Nazionale e per la Giornata delle Forze Armate in programma in piazza Unità d’Italia a Trieste.

 

SACRARIO DI REDIPUGLIA

Ore 09.00: Celebrazione della Santa Messa, officiata con molta probabilità dall’Ordinario Militare, Santo Marcianò, assieme ai cappellani militari della regione.

Ore 10.45: Arrivo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel piazzale del Sacrario. Attraverso la Via Eroica, il Presidente raggiungerà il Sacello del Duca D’Aosta dove sarà deposta una corona. Dopo un saluto alle autorità presenti, Il Presidente si dirigerà verso Trieste.

Per la cerimonia verrà reso disponibile il piazzale e il primo gradone del Sacrario, monumento interessato da importanti lavori di restauro. A partire dal 5 novembre il primo gradone sarà richiuso al pubblico ma rimarranno visitabili la Via Eroica, i Sacelli e la trincea sita all'entrata del Sacrario.

 

TRIESTE

Ore 10.00: Cerimonia dell’alzabandiera in Piazza Unità d’Italia

Ore 11.00: Ammassamento dei reparti presso la Stazione Marittima.

Ore 11.15: Schieramento della Banda e della Brigata di formazione interforze in piazza.

Ore 11.25: Onori ai Medaglieri e Labari delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma e dei Corpi Logistici (Bandiere di Guerra Nazionali ed Estere) che si inseriranno nello schieramento. 

Ore 11.45:  Arrivo in Piazza Unità d’Italia e passaggio davanti alle truppe schierate del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Subito dopo e in successione si svolgeranno gli interventi del Capo di Stato Maggiore della Difesa Claudio Graziano e del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta. Si tratterà di una manifestazione imponente che vedrà la partecipazione di circa mille uomini e donne delle Forze Armate in schieramento e la presenza di 12 delegazioni straniere con 150 rappresentanti di Paesi ex nemici e alleati. Saranno presenti per l’occasione anche la nave da sbarco San Marco, la quale darà luogo a una rievocazione storica con il suo arrivo, affiancata dalla fregata Rizzo, già ormeggiata presso la Stazione Marittima, e i cavalli dei Lancieri di Montebello, in parata con uniformi d’epoca; sarà inoltre previsto lo sbarco dei Bersaglieri ciclisti e il sorvolo di un aereo storico come quello di Francesco Baracca. Durante la cerimonia vi sarà poi anche l’atterraggio di un paracadutista militare che dal cielo porterà in piazza Unità d’Italia una grande bandiera tricolore di circa 400 mq e l’esibizione di un coro alpino; l’inno nazionale sarà cantato dal trio vocale “Il Volo” intorno alle 12.30, al quale succederà il sorvolo della Piazza da parte delle Frecce Tricolori. I 21 spari a salve degli obici e gli onori finali alle truppe concluderanno la solenne cerimonia, che avrà la durata di circa un’ora e sarà trasmessa in diretta da Rai 2.

 

Ore 17.30: Gran Concerto rievocativo della Grande Guerra, a ingresso libero proposto, al Ridotto “Victor de Sabata” del Teatro “Verdi”, dall’Associazione Nazionale Bersaglieri in chiusura delle manifestazioni.

 

 

 

LE DISPOSIZIONI

 

 

 

 

 

 

 

del Pozzovia della Muda VecchiaLargo Granatieripasso Costanzivia Alberto Boccardi (tratto Cadorna – Rive), nonchè lungo la direttrice: riva Del Mandracchio – riva Caduti per l’Italianità Di Trieste – riva Tre Novembre, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Felice Venezian e l’intersezione con via San Carlo;