"VIA, DOBBIAMO PARTIRE!": presentazione del libro di Guido Porro venerdì 13 aprile

Stampa

La Fameia Capodistriana ed il Centro Culturale Gian Rinaldo Carli vi invitano a partecipare alla presentazione del libro di Guido Porro

VIA, DOBBIAMO PARTIRE!

La testimonianza di un esule istriano.

 

 

 

Il libro è stato curato da Alessandro Porro, figlio di Guido e di Anna Maria, esuli istriani da Capodistria.

 

La presentazione avrà luogo

VENERDI 13 APRILE ALLE ORE 18

nel salone della Lega Nazionale

in via Donota n. 2 - III piano a Trieste (g.c.)

 

“Dalla Venezia Giulia hanno raschiato via tutto. Persino i colori (le tinte) delle case e dei palazzi, che erano caldi e vivaci come quelli di Venezia (e di tutto l’Adriatico), li hanno lasciati ingrigire e sbiancare perché sembrassero di nessuno”.

 Guido Porro

Lo sradicamento di una cultura, di una civiltà, di una lingua, durante e dopo la Seconda Guerra Mondiale, in Istria e nella Dalmazia italiane.

 

Guido Porro (Capodistria, 1932 - Pordenone, 2013) fu per molti anni collaboratore de La Sveglia con gli articoli a firma “Il ragazzo del sicomoro”.

Il libro si articola in cinque parti: prima della guerra, durante la guerra, fine della guerra, il trattato di pace del 1947, il trattato di Osimo e il Giorno del ricordo.

Un volume che è la denuncia del silenzio e l’invito a non dimenticare l’italianità storica di Istria e Dalmazia.